ECO GENERATION – La scuola amica del clima

  • “Eco-Generation. La scuola amica del clima” rappresenta lo sviluppo naturale di dieci anni di collaborazione tra Edison e Legambiente sulla promozione dello sviluppo sostenibile.

    Il progetto ha portato i temi dell’ecoefficienza e dell’energia pulita nelle classi di tutta Italia. La campagna di durata triennale ha coinvolto 10 istituti scolastici (istituti capofila) presenti in dieci città italiane (Milano,Monza, Pioltello, Varese, Padova, Verona, Ravenna,Scerni, Foggia, Palermo).

    L’indagine termografica

    Il progetto è stato avviato con un’indagine termografica sull’efficienza energetica negli istituti scolastici pilota distribuiti su tutto il territorio nazionale con l’obiettivo di verificare la presenza di eventuali anomalie termiche che possano influenzare l’efficienza e il confort degli stabili.

    Dall’analisi effettuate è emersa la necessità di intervenire su tutte le strutture analizzate per ottenere un risparmio dei consumi del 50-70% rispetto alla situazione attuale. Nelle scuole-campione, infatti, la dispersione media di calore negli istituti analizzati oscilla tra i 250 e i 350 kWh/m2a (kilowattora per metro quadro all’anno), per un valore medio che si attesta attorno a 290 kWh/m2 annuo. A questo si aggiunge, nelle aule, un’altissima concentrazione di CO2 , che raggiunge i 2800/3000 ppm (parti per milione) equivalenti a 50/70 kg di CO 2 per ogni m2 all’anno, per un valore medio di 60 kg di CO 2 per m2 annuo.

    Tra le anomalie più frequenti, vengono riscontrate infiltrazioni di aria fredda dai serramenti, dovute per lo più alla scarsa qualità degli infissi, dispersione di calore dai radiatori e dall’impianto di riscaldamento, la mancata coibentazione delle pareti esterne e sbalzi di temperatura legati a una cattiva progettazione. Sono stati riscontrati, inoltre, numerosi problemi invisibili a occhio nudo ma che incidono sull’isolamento come, ad esempio, la presenza di dispersione di calore dai cassonetti degli avvolgibili o dai davanzali non isolati correttamente che creano una via preferenziale del calore verso l’esterno.

    Le attività nelle scuole

    Nella prima fase di Eco-Generation, in ognuna delle scuole pilota, è stato organizzato un programma di attività ad hoc per promuovere le buone pratiche di sostenibilità. Rappresentazioni teatrali, laboratorio per piccoli Energy manager, realizzazione di fumetti pro-efficienza energetica, esperimenti tecnici, formazione agli insegnanti e tante altre iniziative che caratterizzeranno il progetto nelle diverse località. Per il raggiungimento degli obiettivi di risparmio energetico, inoltre, sono stati strutturati percorsi educativi differenti mirati all’adozione di pratiche virtuose, a seconda dell’ordine e grado delle scuole coinvolte, delle peculiarità territoriali e delle competenze specifiche di ogni istituto.

    Alla fine di questo percorso, ogni classe ha proposto un “ Decalogo della scuola sostenibile” come strumento di riqualificazione del proprio edificio scolastico. Il miglior decalogo è stato assunto come “ Carta degli obiettivi di qualità per scuole sostenibili”.

    La scuola che ha proposto il miglior decalogo è stato l’Istituto Mario Montanari di Ravenna, che si è aggiudicato un premio sostenibile, ovvero il “pacchetto salva-energia” di Edison composto da un audit energetico per la certificazione energetica dell’edifico scolastico che evidenzierà i principali consumi ed i possibili interventi di ottimizzazione energetica della scuola, un sistema di monitoraggio wireless per la misura diretta dei principali consumi energetici e un sistema di illuminazione ad alta efficienza dotato di rilevamento presenza e sensore di luce per una delle aule dell’edificio scolastico.

    Le delegazioni del progetto Eco Generation hanno partecipato anche alla Conferenza Nazionale italiana della Gioventù «Prendiamoci cura dell’Italia» nell’ambito dell’iniziativa internazionale europea “Young Europeans, Let’s Take Care of the Planet!” (YECP2012), si è svolta ieri a Roma.

    Lo sviluppo del progetto prevede la sperimentazione e applicazione concreta da parte delle scuole pilota degli interventi individuati.

    Il progetto ha ottenuto il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del Ministero dell’Istruzione ed è partner della Sustainable Energy Europe Campaign promossa dall’Unione Europea.

    La volontà di Edison e Legambiente è trasformare Eco-Generation in un progetto di efficienza energetica permanente da proporre a tutti gli istituti scolastici, amministrazioni locali e al Ministero dell’Istruzione.

    La comunicazione e la community di Facebook

    Le attività del progetto Eco-generation sono state pianificate integrando l’analisi dei dati scientifici e delle necessità del territorio, coinvolgendo tutti gli stakeholder con una comunicazione trasparente e un dialogo costruttivo con le comunità locali.

    Eco Generation – Scuola Amica del Clima è attiva anche sul social network Facebook, dove, per la prima volta, un gruppo è co-amministrato da un’impresa e una ONG, a testimonianza del rapporto di fiducia reciproca.

    Le scuole che hanno partecipato al progetto hanno dato vita, infatti, ad un diario di bordo che, in questa prima fase, conta circa 2000 contatti tra studenti, enti locali, insegnanti, educatori che si confrontano e si scambiano informazioni sull’esperienza in corso. Uno spazio condiviso nel quale le scuole coinvolte hanno reso pubblici i percorsi portati avanti, per diffondere anche agli altri istituti le buone pratiche per il risparmio energetico. Obiettivo: aprirsi per ricevere suggerimenti da tecnici, insegnanti, studenti, enti locali, cittadini e stimolare una partecipazione attiva che crei un network di competenze condivise.

    Trovi questo progetto anche su:

     

    Articoli che riguardano questo progetto:

    Edison Start Award: un premio per i pionieri del cambiamento.

    Edison è un’azienda storica che ha contribuito all’evoluzione del nostro Paese; lo spirito pioneristico e l’approccio imprenditoriale hanno da sempre caratterizzato la sua storia e la sua evoluzione, con un orientamento allo sviluppo durevole e quindi sostenibile. In accordo con questi valori, Edison ha deciso di lanciare, in occasione del suo 130mo anniversario, il premio EDISON START: un bando nazionale per promuovere lo sviluppo di partnership con realtà che propongano idee e progetti innovativi e sostenibili (sia dal punto di vista economico sia sociale e ambientale) nell’ambito dell’energia, dello sviluppo sociale e culturale, della qualità della vita domestica e delle comunità. Edison Start sarà inoltre l’occasione per coinvolgere attivamente tutti voi. La community online, insieme agli esperti Edison, potrà infatti … » leggi tutto

     

    Eco Generation 2.0 – Al via i lavori nelle classi

    Ci sono progetti ai quali si rimane legati indissolubilmente, Ecogeneration è uno di questi. Un progetto in continua crescita di interesse da parte dei media, classi, educatori e che quest’anno sbarca in tutte le regioni italiane rendendo 20 classi protagoniste di un progetto nazionale per cambiare gli stili di vita all’interno delle scuole e proporre dei cambiamenti strutturali orientati innanzitutto, al risparmio e alla sostenibilità energetica. Il primo anno del terzo triennio del progetto, ci ha consentito di incontrare amministratori, formare insegnanti e costruire a livello territoriale alleanze forti per creare le condizioni di un cambiamento durevole. EcoGeneration è indubbiamente un progetto ambizioso che contagia non solo gli studenti ma ha l’ambizione di coinvolgere attivamente insegnanti, genitori, personale scolastico, amministratori, … » leggi tutto

     

    Eco Generation: l’edificio scolastico, gli stili di vita, la rete territoriale, i programmi europei.

    L’edificio Scolastico , gli stili di Vita,  la rete territoriale , i programmi europei. Eco-Generation, scuola amica è un progetto triennale promosso in collaborazionecon Edison che vuole costruire delle basi progettuali comuni cheabbiano come protagonisti istituti scolastici, amministrazioni, imprese e associazioni locali di diversi territori per sperimentareprocessi legati alla qualità ambientale dell’edificio scolastico comepunto di partenza per la diffusione di buone pratiche di sostenibilità rivolte a tutto il territorio. Crediamo infatti, che le scuole debbano sempre più conquistare un ruolo di centri della conoscenza e della cittadinanza che possano svolgere insieme a soggetti come Legambiente un cambiamento in chiave sostenibile della società. Quello che non va inoltre sottovalutato è l’apporto e la visione originale di futuro che le nuove generazioni … » leggi tutto

     

    “Non ti scordar di me” operazione scuole pulite

    Si avvicinano le “pulizie di primavera”! È questo lo spirito che caratterizza il 17 marzo, la giornata di volontariato che punta a rendere più vivibili gli ambienti scolastici. La tematica di approfondimento di questa XIV edizione è l’efficienza energetica: sulla base degli strumenti forniti per analizzare alcune criticità dell’edificio scolastico saranno svolte azioni mirate a migliorare le condizioni degli edifici e dei cortili. Piccoli interventi che vedranno il coinvolgimento di bambini, ragazzi, giovani, insegnanti e genitori. Le scuole partecipanti al progetto Eco-Generation di Legambiente ed Edison concentreranno le loro azioni su laboratori legati all’efficientamento energetico degli edifici scolastici. La gestione partecipata e condivisa delle problematiche strutturali che riguardano gli ambienti scolastici costituisce una tappa importante in vista di possibili soluzioni. Questa … » leggi tutto

     

    No agli interventi occasionali per guarire le città dallo smog. Legambiente e Mal’Aria

    Grazie al recente provvedimento sull’Area C di Milano, il dibattito sull’inquinamento delle città e le più efficaci misure per ridurlo,  è cresciuto moltissimo, soprattutto sui social media. Con un tempismo perfetto viene pubblicato anche lo studio di Mal’Aria, l’ormai nota campagna di Legambiente sullo smog urbano che quest’anno denuncia il carattere saltuario delle misure per tutelare la salute dei cittadini e per migliorare la qualità della vita dei centri urbani. Leggi i risultati del dossier di Mal’Aria.  

     

    Leggi altri articoli che riguardano questo progetto »